giovedì 21 maggio 2015

Relazioni Pubbliche Digitali: cosa vuol dire gestire la reputazione? Weekly Quote

Ho deciso di dare un po' di valore  anche a chi non può, non vuole o non ritiene necessario comprare il libro*.

Il progetto è selezionare (all'incirca) una volta alla settimana un pensiero, una affermazione, un pezzettino che mi sembra particolarmente significativo, che credo debba essere preso in conto da chiunque si occupi di Internet PR.

Una di quelle robe da Guru, altamente citabili :-P

Poi vediamo se la cosa interessa o meno al mio esimio pubblico.

Ecco il pensiero di oggi, tratto ovviamente da Relazioni Pubbliche Digitali:


"Gestire la reputazione online significa non solo misurare passivamente “come sta andando” ed eventualmente reagire, in un qualche modo, alle crisi. 

Vuol dire attivare un processo aziendale, integrato nel mondo del marketing, delle relazioni esterne (e interne – i dipendenti sono un importante stakeholder e una massa particolarmente vocale, in grado di influenzare la nostra reputazione). 

Un processo mirato a indirizzare la nostra reputazione nel modo in cui è giusto che sia."



* Come, quale libro??

Questo: http://www.egeaonline.it/editore/catalogo/relazioni-pubbliche-digitali.aspx



RELAZIONI PUBBLICHE DIGITALI

Pensare e creare progetti con blogger, influencer e community di Roberto Venturini (Autore)

Generare notizie, contenuti e conversazioni per costruire un'opinione positiva della nostra marca, prodotto o servizio, attraverso il coinvolgimento di influencer e blogger: in questo consistono le PR digitali, attività di comunicazione che danno visibilità, rendono più "notiziabile" un evento, aiutano a ottenere un'esposizione mediatica, a entrare nei discorsi delle persone. 

Anche nelle PR digitali un'operazione di successo deve combinare strategia e creatività. E in questo sta la difficoltà maggiore: se è relativamente facile "essere creativi", molto più complesso è farlo seguendo un solido pensiero strategico e in modo funzionale ai risultati del business. Solo avendo chiare le logiche e i meccanismi, le opportunità e i rischi delle PR digitali, sarà possibile sviluppare azioni strategicamente creative ed efficaci. 

Il libro vuole proporre strumenti per pensare e creare progetti solidi. Non è un semplice manuale "operativo" inevitabilmente destinato a rapido invecchiamento: il libro dedica ampio spazio al trasferimento delle riflessioni strategiche maturate dall'autore in anni di professione e alla trasmissione di ciò che ha imparato lavorando in prima persona. 

Dalla definizione di che cosa sono (e non sono) le PR digitali all'analisi di che cosa è lecito aspettarsi da questa attività; dall'importanza della reputazione agli strumenti per gestirla e monitorarla; dall'individuazione degli influencer alle modalità per lavorare insieme...

Potete vederlo (e, volendo, comprarlo) qui :